Simbolo Atanasiano 2018-02-14T17:57:17+00:00

IL SIMBOLO ATANASIANO

Ant. Glória tibi, Trinitas* aequális, una Déitas, et ante ómnia saecula, et nunc, et in perpétuum (T.P.: Alleluia).

1. Quicúmque vult salvus esse, * ante ómnia opus est, ut téneat cathólicam fidem.
2. Quam nisi quisque íntegram inviolatámque se1váverit, * absque dúbio in Ïtérnum peribit.
3. Fides autem cathólica hÏc est: * ut unum Deum in Trinitáte, et Trinitátem in unitáte venerémur.
4. Neque confundéntes persónas, * neque substántiam separántes.
5. Alia est enim persóna Patris, ália Fílii, * ália Spiritus Sancti.
6. Sed Patris, et Fílii, et Spiritus Sancti una est divínitas, * æquális glória, coatérna maiéstas.
7. Qualis Pater, talis Filius,* talis Spiritus Sanctus.
8. Increátus Pater, increátus Fílius,* increátus Spíritus Sanctus.
9. Imménsus Pater, imménsus Filius, * imménsus Spíritus Sanctus.
10. Aetérnus Pater, atérnus Fílius, * ætérnus Spíritus Sanctus.
11. Et tamen non tres atérni, * sed unus ætérnus.
12. Sicut non tres increáti, nec tres imménsi, * sed unus increátus, et unus immensus.
13. Simíliter omnipotens Pater, omnípotens Fílius,* omnipotens Spíritus Sanctus.
14. Et tamen non tres omnipoténtes, * sed unus omnípotens.
15. Ita Deus Pater, Deus Fílius, * Deus Spíritus Sanctus.
16. Et tamen non tres Dii, * sed unus est Deus.
17. Ita Dóminus Pater, Dóminus Filius, * Dóminus Spiritus Sanctus.
18. Et tamen non tres Dómini,* sed unus est Dóminus.
19. Quia, sicut singillátim unamquamque persónam Deum ac Dóminum confitéri christiána veritáte compéllimur:* ita tres Deos aut Dóminos dícere cathólica religióne prohibemur.
20. Pater a nullo est factus:* nec creátus, nec génitus.
21. Fílius a Patre solo est:* non factus, nec creátus, sed génitus.
22. Spiritus Sanctus a Patre et Fílio:* non factus, nec creátus, nec génitus, sed procédens.
23. Unus ergo Pater, non tres Patres: unus Fílius, non tres Filii:* unus Spíritus Sanctus, non tres Spiritus Sancti.
24. Et in hac Trinitáte nihil prius aut postérius, nihil maius aut minus:* sed totÏ tres persónÏ coÏtérnÏ sibi sunt et coæquáles.
25. Ita ut per ómnia, sicut iam supra dictum est,* et únitas in Trinitáte, et Trinitas in unitáte veneránda sit.
26. Qui vult ergo salvus esse, * ita de Trinitáte séntiat.
27. Sed necessárium est ad ætérnam salútem,* ut Incarnatiónem quoque Dómini nostri Iésu Christi fidéliter credat.
28. Est ergo fides recta ut credámus et confiteámur,* quia Dóminus noster Iésus Christus, Dei Filius, Deus et homo est.
29. Deus est ex substántia Patris ante sæcula génitus:* et homo est ex substántia matris in sæculo natus.
30. Perféctus Deus, perféctus homo:* ex ánima rationáli et humána carne subsístens.
31. Aequális Patri secúndum divinitátem;* minor Patre secúndum humanitátem.
32. Qui, licet Deus sit et homo, * non duo tamen, sed unus est Christus.
33. Unus autem non conversióne divinitátis in carnem, * sed assumptióne humanitátis in Deum.
34. Unus omníno, non confusióne substántiÏ, * sed unitáte persónæ.
35. Nam sicut ánima rationális et caro unus est homo:* ita Deus et homo unus est Christus.
36. Qui passus est pro salúte nostra: descéndit ad ínferos:* tértia die resurréxit a mórtuis.
37. Ascéndit ad cælos, sedet ad déxteram Dei Patris omnipoténtis:* inde ventúrus est iudicáre vivos et mórtuos.
38. Ad cuius advéntum omnes homines resurgere habent cum corpóribus suis:* et redditúri sunt de factis própriis ratiónem.
39. Et qui bona egérunt, ibunt in vitam ætérnam:* qui vero mala, ingnem ætérnum.
40. Hæc est fides cathólica,* quam nisi quisque fidéliter firmitérque credíderit, salvus esse non póterit.
41. Glória Patri, et Fílio, * et Spiritui Sancto.
42. Sicut erat in principio, et nunc, et semper,* et in sæcula sæculórum. Amen.

Ant. Glória tibi, Trinitas aequális, una Déitas, et ante ómnia saecula, et nunc, et in perpétuum (T.P.: Alleluia)

Dómine, exáudi oratiónem meam.
R. Et clamor meus ad te véniat.

Sacerdotes addunt:

V. Dóminus vobíscum.
R. Et cum spiritu tuo.

Oremus.
Omnipotens sempitérne Deus, qui dedisti fámulis tuis, in confessióne veræ fidei, ætérnæ Trinitátis glóriam agnóscere, et in poténtia maiestátis adoráre unitátem: quæsumus; ut, eiúsdem fidei firmitáte, ab ómnibus semper muniámur advérsis. Per Dóminum nostrum IesumChristum Fìlium tuuum: qui tecum vivit et regnat in unitàte Spìritus Sancti Deus, per òmia sæcula seculorum.
Amen

Ant. Gloria a te, Trinità uguale, unico Dio, prima di tutti i secoli, ora e sempre (Tempo pasquale: Alleluia).

1. Chiunque voglia salvarsi* deve anzitutto possedere la fede cattolica.
2. Colui che non la conserva integra ed inviolata* perirà senza dubbio in eterno.
3. La fede cattolica è questa:* che veneriamo un unico Dio nella Trinità e la Trinità nell’unità.
4. Senza confondere le persone* e senza separare la sostanza.
5. Una è infatti la persona del Padre, altra quella del Figlio* ed altra quella dello Spirito Santo.
6. Ma Padre, Figlio e Spirito Santo hanno una sola divinità,* uguale gloria, coeterna maestà.
7. Quale è il Padre, tale è il Figlio,* tale lo Spirito Santo.
8. Increato il Padre, increato il Figlio,* increato lo Spirito Santo.
9. Immenso il Padre, immenso il Figlio,* immenso lo Spirito Santo.
10. Eterno il Padre, eterno il Figlio,* eterno lo Spirito Santo
11. E tuttavia non vi sono tre eterni,* ma un solo eterno.
12. Come pure non vi sono tre increati né tre immensi,* ma un solo increato e un solo immenso.
13. Similmente è onnipotente il Padre, onnipotente il Figlio,* onnipotente lo Spirito Santo.
14. Tuttavia non vi sono tre onnipotenti,* ma un solo onnipotente.
15. Il Padre è Dio, il Figlio è Dio,* lo Spirito Santo è Dio.
16. E tuttavia non vi sono tre Dei,* ma un solo Dio.
17. Signore è il Padre, Signore è il Figlio,* Signore è lo Spirito Santo.
18. E tuttavia non vi sono tre Signori,* ma un solo Signore.
19. Poiché come la verità cristiana ci obbliga a confessare che ciascuna persona è singolarmente Dio e Signore,* così pure la religione cattolica ci proibisce di parlare di tre Dei o Signori.
20. Il Padre non è stato fatto da alcuno:* né creato, né generato.
21. Il Figlio è dal solo Padre:* non fatto, né creato, ma generato.
22. Lo Spirito Santo è dal Padre e dal Figlio:* non fatto, né creato, né generato, ma da essi procedente.
23. Vi è dunque un solo Padre, non tre Padri; un solo Figlio, non tre Figli,* un solo Spirito Santo, non tre Spiriti Santi.
24. E in questa Trinità non v’è nulla che sia prima o poi, nulla di maggiore o di minore:* ma tutte e tre le persone sono l’una all’altra coeterne e coeguali.
25. Cosicché in tutto, come già è stato detto,* va venerata l’unità nella Trinità e la Trinità nell’unità.
26. Chi dunque vuole salvarsi,* pensi in tal modo della Trinità.
27. Ma per l’eterna salvezza* è necessario credere fedelmente anche all’Incarnazione del Signore nostro Gesù Cristo.
28. La retta fede vuole, infatti, che crediamo e confessiarno* che il Signore nostro Gesù Cristo, Figlio di Dio, è Dio e uomo.
29. È Dio, perché generato dalla sostanza del Padre fin dall’eternità;* è uomo, perché nato nel tempo dalla sostanza della madre.
30. Perfetto Dio, perfetto uomo:* sussistente dall’anima razionale e dalla carne umana.
31. Uguale al Padre nella divinità,* inferiore al Padre nell’umanità.
32. E tuttavia, benché sia Dio e uomo,* non è duplice ma è un solo Cristo.
33. Uno solo, non per conversione della divinità in carne,* ma per assunzione delI’umanità in Dio.
34. Totalmente uno, non perconfusione di sostanze,* ma per l’unità della persona.
35. Come infatti anima razionale e carne sono un solo uomo,* così Dio e uomo sono un solo Cristo.
36. Che patì per la nostra salvezza, discese agli inferi,* il terzo giorno è risuscitato dai morti.
37. E salito al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente,* e di nuovo verrà a giudicare i vivi e i morti.
38. Alla sua venuta tutti gli uomini dovranno risorgere nei loro corpi* e dovranno rendere conto delle proprie azioni.
39. Coloro che avranno fatto il bene andranno alla vita eterna:* coloro, invece, che avranno fatto il male, nel fuoco eterno.
40. Questa è la fede cattolica,* e non potrà essere salvo se non colui che l’abbraccerà fedelmente e fermamente.
41. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
42. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Gloria a te, Trinità uguale, unico Dio, prima di tutti i secoli, ora e sempre (Tempo pasquale: Alleluia)

I sacerdoti aggiungono:

V. Il Signore sia con voi.
R. E con il tuo spirito.

Preghiamo.
Dio onnipotente ed eterno che hai concesso ai tuoi servi, nella confessione della vera fede, di conoscere la gloria della Trinità eterna, e di adorare l’unità nella potenza della maestà, ti chiediamo, per la fermezza di questa stessa fede, di essere sempre protetti da ogni avversità. Per il nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio: che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen